Zante Consulting entra a far parte della squadra di Maze.O

CHI E' MAZE.O?

Maze.O è un'equipe multidisciplinare attiva nell'orientamento scolastico e professionale, nel bilancio di competenze, nella formazione, nella consulenza aziendale.

L’obiettivo principale consiste in quello di aiutare gli individui a reagire ad un eventuale blocco (formativo/occupazionale) e a reinvestire su se stessi. Costruiamo insieme alle persone progetti su misura (individuali e di gruppo), apriamo insieme degli sbocchi verso nuove opportunità personalizzate ed efficaci.

Gli interventi hanno come obiettivi:

- far riconoscere e valorizzare le proprie risorse personali;
- identificare competenze e potenzialità da poter investire nell’elaborazione/realizzazione di un progetto di inserimento professionale e sociale;
- acquisire autonome capacità di autovalutazione e scelta;
- sviluppare, rispetto a sé e al mercato del lavoro, quadri di riferimento socio-culturali e registri emotivi appropriati per affrontare positivamente situazioni di transizione/cambiamento e per investire sulla propria progettualità;
- costruire un progetto di sviluppo professionale.

 

Governo: il DDL sul Lavoro Autonomo e Smart working

Disegno di legge recante misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato, approvato dal Consiglio dei Mnistri, nella seduta n. 102 del 28 gennaio 2016.

Il DDL, che sarà in discussione in Parlamento con “corsia preferenziale” come collegato lavoro per essere approvato (riteniamo) entro il prossimo maggio, prevede misure di sostegno in favore del lavoro autonomo e misure per favorire l’articolazione flessibile della prestazione di lavoro subordinato in relazione al tempo e al luogo di svolgimento.

http://www.dottrinalavoro.it/wp-content/uploads/2016/01/testo_161.pdf

Lo statuto dei lavoratori autonomi - Job Act

Le spese per la formazione - master, corsi, congressi - saranno integralmente deducibili entro il limite annuo di 10mila euro: lo sconto fiscale si amplia così rispetto alla disciplina attuale (ora limitato al 50% di quanto speso). L'indennità di maternità è riconosciuta dall'Inps, indipendentemente dalla effettiva astensione dall'attività. Le amministrazioni pubbliche devono incentivare la partecipazione dei lavoratori autonomi agli appalti, «anche adattando, laddove è possibile, i requisiti previsti dai bandi e dalle procedure di aggiudicazione».

 

Fonte di Maria Carla De Cesari e Giampiero Falasca - Il Sole 24 Ore 

Al Campus di Rimini una tre giorni internazionale sul turismo culturale

Il Centro di Studi Avanzati sul turismo dell'Alma Mater ospita un convegno dedicato al legame tra la valorizzazione del patrimonio culturale e il turismo nello sviluppo regionale.

Da mercoledì 10 a venerdì 12 febbraio, il Centro di Studi Avanzati sul Turismo (CAST) del Campus di Rimini ospita il convegno "Beyond the Great Beauty: Rescaling Heritage and Tourism", seminario internazionale della Regional Studies Association.


Il convegno - che convoglierà a Rimini oltre 60 ricercatori in campo turistico provenienti da tutto il mondo - nasce per discutere e scambiare idee, esperienze e risultati di analisi sul legame tra la valorizzazione del patrimonio culturale ed il turismo nello sviluppo regionale. Indagare dunque i diversi aspetti del turismo in relazione al territorio e alla cultura per coglierne sfide ed opportunità.

L’apprendistato , senza limiti di età, per i disoccupati

Tra le poche novità inserite dal Legislatore delegato in materia di apprendistato professionalizzante, all’interno del D.L.vo n. 81/2015, c’è quella che consente ai datori di lavoro di assumere disoccupati, senza limiti di età, purché percettori di una indennità di disoccupazione.

Il presupposto indispensabile e’ che il lavoratore interessato sia titolare, al momento in cui si instaura il rapporto, di una qualsiasi indennità di sostegno del reddito(NASpI, Dis- Coll, ASDI, disoccupazione edile, disoccupazione agricola, ecc.). L’apprendistato professionalizzante, nel rispetto del piano formativo elaborato sulla base del contratto collettivo nazionale applicato, può riguardare una qualificazione ulteriore rispetto a quella già posseduta o una riqualificazione professionale.

 

Leggi "Generazione Vincente" (http://www.generazionevincente.it/?p=4681)